ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
Logo Profumeria del Corso

beauty news

Profumi giapponesi: quali sono i migliori, di nicchia, da uomo e donna

Il Giappone, come tutto l’Estremo Oriente, ha una cultura millenaria in cui si è sempre dato molto spazio alla natura e al contatto con essa. Alberi, piante e fiori sono da sempre considerati sacri dalla popolazione nipponica, tanto da ricavarne essenze e profumi. Anche la cura del corpo è fondamentale in Giappone, soprattutto per le donne, che oltre ad avere un aspetto elegante e sofisticato, devono sempre emanare un odore piacevole e velatamente sensuale.

Ancora oggi i profumi giapponesi sono composti quasi unicamente da ingredienti naturali come fiori, legna o frutta tipica di quei luoghi. Anche gli uomini amano avere la pelle profumata ed è usanza, sia per maschi che per femmine, versare qualche goccia di fragranza sui polsi e sulle mani, essendo una delle parti del corpo più esposte e sempre in movimento. Insomma, quasi un rituale quello di aromatizzare la propria pelle. 

I profumi giapponesi non sono espliciti come quelli occidentali: hanno una carica erotica più velata e contengono quasi solo oli essenziali.

Profumi giapponesi: le essenze

Una delle essenze più comuni è il fiore di Sakura (o ciliegio giapponese), molto usato anche nei prodotti di bellezza per le sue proprietà anti-age e tonificanti.

Un altro olio molto utilizzato nelle fragranze nipponiche è quello di Hinoki (o cipresso giapponese), un albero considerato sacro, dall’odore speziato ed agrumato.

Anche il legno di Aloe (o Jinkoh) è tenuto in grande considerazione nella cultura giapponese. La sua resina infatti ha un odore avvolgente e morbido, che rilascia solo molto tempo dopo che è stata estratta. Ha proprietà calmanti e migliorative dell’umore.

Anche le umeboshi (o susine giapponesi) si trovano spesso tra gli ingredienti dei profumi, conferendo una nota acidula e agrodolce.

Non può mancare, ovviamente, il tè verde, una delle piante più utilizzate dai giapponesi in tutti gli ambiti. La sua amarezza, accostata ad odori più dolciastri, conferisce alle fragranze un irresistibile contrasto. Sono molto usati anche il riso e la camelia.

Optare per un profumo giapponese non significa solo dire sì a fragranze dalle note esotiche e delicate, ma anche fare una scelta ecologica e salutare per la propria pelle.

Le fragranze del Sol Levante, soprattutto quelle di nicchia, sono composte infatti, quasi unicamente da sostanze naturali. In questo modo si evita di disperdere nell’ambiente, oltre che sulla nostra pelle, ingredienti chimici e troppo aggressivi.

Profumi giapponesi: i migliori per uomo e donna

Sono molti i prodotti sul mercato, ma i più venduti si contano sulle dita di una mano. Sono brand attenti alla tipologia di ingredienti utilizzati e con aromi che incontrano più facilmente il gusto comune. Uno di questi è Issey Miyake, nota casa di moda giapponese. Il designer, famoso per le forme e i volumi delle sue creazioni, è anche un produttore di essenze. Così come gli abiti, anche le fragranze Issey Miyake sono molto vicine alla cultura nipponica e sono, ad oggi, tra le più vendute al mondo.

Per quanto riguarda i profumi da donna, ecco una lista di quelli più venduti:

Annayake Pour Elle

Aromi leggeri e floreali, perfetto per la stagione estiva.

Issey Miyake A Drop d'Issey

Floreale, esotico e “libertino”.

Masaki Matsushima Shiro

Tutta la freschezza e semplicità del cotone, accompagnato da un bouquet di ciclamino, rosa ed iris. “Shiro” significa “bianco”, infatti questa fragranza è pura e delicata sulla pelle.

Shiseido Ginza

Adatto a donne dalla femminilità forte e decisa. Ricco di contrasti. Pepe rosa, magnolia, orchidea e melograno si fondono con il legno di Hinoki e patchouli per

Un risultato deciso e sofisticato allo stesso tempo.

Per l’uomo, invece, abbiamo:

Issey Miyake L'Eau d'Issey Pour Homme Wood&Wood

Una fragranza che ha come protagonista il bosco e la legna di tutti gli alberi di cui è composto. Cardamomo, pompelmo, sandalo e patchouli si fondono con il cerdo, protagonista indiscusso di questo profumo per uomo.

Shiseido Zen for Men

Floreale, speziato e “piccante”. Perfetto per un uomo che vive in città, sicuro di sé e che non ha paura di osare.

Annayake Pour Lui

Un profumo che dà energia e vitalità, perfetto per gli atleti e gli sportivi. 

Masaki Matsushima Mat Homme

Il legno e le spezie contenute in questo profumo tireranno fuori la forza anche dal più riservato degli uomini.

I profumi giapponesi di nicchia

L’universo dei profumi giapponesi, per così dire, “di nicchia” non è molto vasto, ma conta nomi che hanno fatto la differenza non solo nella storia del profumo giapponese, ma nel mondo intero.

Uno di questi è Di Ser, che realizza fragranze utilizzando solo ingredienti coltivati sul posto, tra Giappone e paesi limitrofi. Il know-how dietro al marchio fa sì che gli odori e le fragranze vengano mischiati perfettamente tra loro, per un risultato più che sofisticato.

In più di vent’anni il brand ha prodotto 16 profumazioni, molte delle quali adatte ad entrambi i sessi per la maestria con cui vengono accostati i vari tipi di legni. Tra queste, Sasora e Kyara sono probabilmente le più conosciute.

Sempre firmata da Di Ser, una linea di profumi degna di nota è quella basata su Kaze (il vento), Tsuki (la Luna), Taiyo (il Sole) e Mizu (l’acqua), i quattro elementi fondamentali della natura a cui la cultura giapponese è particolarmente legata. 

A rappresentare la Luna, ad esempio, c’è il geranio; la presenza del gelsomino evoca invece l’elemento acqua.

Un altro brand considerato “di nicchia” nell’ambito dei profumi nipponici è Keiko Mecheri. Rosa, nespolo, Biancospino, mandarino, legni preziosi, iris, pesche e prugne giapponesi, fiori d’arancio e ylang-ylang sono solo alcuni degli aromi utilizzati dal marchio per donare ai profumi quella caratteristica nota sensuale e floreale, deciso e mai banale.

Optare per un profumo giapponese, che sia di nicchia o più commerciale, è una scelta che sempre più persone fanno. Portare addosso fragranze provenienti dall’Estremo Oriente non è solo piacevole all’olfatto, ma coinvolge tutti i sensi. Gli aromi delle piante e dei fiori della terra dello Zen, della sacralità e della cura dei dettagli toccano quelle corde che altri profumi sfiorano solo superficialmente.

Lascia un commento

I migliori marchi di profumi online

phone-handsetbubble