ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
Logo Profumeria del Corso

beauty news

Profumo al cioccolato: come crearlo, guida fai da te

Amaro, dolce, piccante e talvolta anche salato, il cioccolato è un prodotto oltre che ghiotto anche molto versatile. Uno degli impieghi più diffusi, e anche tra i più apprezzati, è quello che prevede l’uso del cioccolato come ingrediente per la produzione di prodotti cosmetici e per la cura del corpo. Moltissimi sono infatti i brand che hanno impiegato il cioccolato come ingrediente per bagnoschiuma, shampoo e profumi. Sfruttando le proprietà - tonificanti ed energizzanti - dei semi del cacao, i prodotti al cioccolato si distinguono per la dolcezza e l’unicità delle loro note aromatiche.

Se siete appassionati di cosmetica e di profumi e, in particolare, di profumi al cioccolato, vi segnaliamo una piccola guida fai da te per creare il vostro profumo al cioccolato fatto in casa. Vediamo i passaggi!

Come creare il vostro profumo al cioccolato: cose da sapere

Prima di vedere nel dettaglio i passaggi necessari a realizzare il vostro profumo al cioccolato, occorre conoscere alcune informazioni di base comuni a tutti i profumi. Ogni fragranza è costituita da tre livelli di miscele, meglio conosciute come “note” che determinano l’intensità e la caratteristica di un profumo:

  • le note di testa, che sono le prime ad essere avvertite e sono anche le prime a scomparire (generalmente nell’arco del primo quarto d’ora da quando il profumo viene indossato) e costituiscono circa il 30% della fragranza. Tra le note di testa più impiegate troviamo: basilico, lavanda, limone, menta, arancia e rosmarino.
  • le note centrali, che compaiono quando le note di testa scompaiono e che permettono di determinare a quale famiglia appartenga una particolare fragranza (fresca, ambrata, cuoiata, agrumata etc etc) e costituiscono circa il 50% della fragranza. Tra le note centrali più comuni ricordiamo: pepe nero, cannella, ginepro, camomilla, rosa, ylang - ylang.
  • le note di fondo, che costituiscono il tema di base del profumo e sono quelle che permangono più a lungo sulla pelle (fino a 5 ore) e sono circa il 20% della fragranza. Tra le note di fondo più conosciute ci sono: pino, zenzero, patchouli e vaniglia.

Queste poche informazioni saranno utili per dosare con più attenzione gli ingredienti e per ottenere un profumo che abbia corpo e consistenza.

Se ad esempio volete che la fragranza del vostro profumo al cioccolato sia più persistente, dovrete evitare di far sì che il cioccolato sia la nota di testa (quella che scompare prima) e occorrerà invece miscelare i prodotti in modo tale che il cioccolato costituisca la vostra nota di base oppure quella centrale se volete arricchire l’aroma del cioccolato di altri sentori.

Potete quindi giocare con gli aromi, come ad esempio: la cannella, la menta, l’arancia, per ottenere la vostra gradazione e intensità preferite.

Una volta capito che grado di profumazione volete ottenere, vediamo come fare!

Guida fai da te per creare il profumo al cioccolato

Non esiste un solo metodo per ottenere il vostro profumo al cioccolato, la scelta del metodo più adeguato è dipesa soprattutto dal tipo di prodotto che si vuole ottenere: solido, liquido, essenza etc etc.

Nel nostro caso, segnaliamo una guida base per preparare un profumo base da spruzzare sulla vostra pelle o anche per le stanze della vostra casa!

Per creare il vostro profumo al cioccolato occorre procurarsi i seguenti ingredienti:

  • olio organico
  • alcool (50-85°)
  • cacao in polvere/fave di cacao
  • acqua distillata
  • fazzoletto di stoffa
  • imbuto
  • 2 contenitori di vetro puliti (tipo bottigliette, boccette etc etc)

Dentro uno dei due contenitori di vetro dovrete versare l’olio organico, 2 cucchiaini sono sufficienti. È fondamentale che l’olio sia neutro e inodore, come l'olio di jojoba (il più comune) o, in alternativa, anche l’olio di mandorle e l’olio di semi di uva, che potete tutti acquistare presso erboristerie o rivenditori di prodotti naturali.

All’olio dovrà essere aggiunto il cacao in polvere o, in alternativa, se preferite una lavorazione totalmente artigianale, le fave di cacao. Nel caso optaste per le fave di cacao, sappiate però che dovrete comunque provvedere a sminuzzarle fino a ottenere una polvere il più possibilmente fine da poter essere miscelata e consentire al prodotto di sprigionare il suo inconfondibile odore. La quantità di polvere di cacao la dovete decidere voi, in base al vostro gusto, così come dovrete decidere voi se miscelarla insieme ad altre essenze. Al fine di ottenere una fragranza più complessa basta che vi regoliate con le proporzioni tra le note aromatiche, di cui via abbiamo parlato. Come consiglio, suggeriamo di non abbondare mai troppo con le dosi, ma di mantenervi cauti, così da poter modulare in corso l'intensità della vostra fragranza.

A questo punto potete aggiungere l’alcool che servirà ad accelerare il processo di macerazione del cacao, anche in questo caso, fate attenzione a non abbondare per non avere una profumazione eccessivamente alcolica che andrà a coprire il profumo del cioccolato. Consigliamo di comprare l’alcool in farmacia, altrimenti, se preferite, potete usare anche la vodka con gradazione tra 40°-50° o, in alternativa, anche la grappa d’uva, fino a 80°.

A questo punto chiudete il contenitore e agitate vigorosamente la boccetta per un minuto circa o comunque fino a che non vedete più separazione fra gli ingredienti e lasciate decantare la miscela per almeno 48 ore fino ad un massimo di 5 settimane (se volete raggiungere la massima intensità di fragranza).

Trascorso il tempo necessario (durante il quale potete controllare il profumo annusandolo di tanto in tanto), aggiungete infine un paio di cucchiaini di acqua distillata nel contenitore, agitate per un minuto e provvedete poi a filtrare il prodotto, versandolo nell’altro contenitore pulito, mediante un imbuto. Per filtrare la polvere è consigliabile mettere nell’imbuto un fazzoletto di stoffa che tratterrà la polvere in eccesso e lascerà passare il liquido distillato. Il vostro profumo al cioccolato è pronto!

Se poi volete ottenere un prodotto più oleoso oppure un profumo solido vi basterà, rispettivamente: aggiungere più olio nella fase iniziale della preparazione oppure sostituire l’acqua distillata con la cera d’api fusa, che potete tranquillamente procurarvi in erboristeria.  

Lascia un commento

I migliori marchi di profumi online

phone-handsetbubble