ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
Logo Profumeria del Corso

beauty news

Profumo per biancheria in lavatrice: qual è il migliore, come usarlo e consigli fai da te

Tutti amiamo un bucato sempre perfetto, ma che sia soprattutto profumato. È davvero bello sentire il profumo di pulito che si espande intorno.

In commercio esistono dei prodotti in grado di esaltare l’odore della biancheria, che spesso svolgono anche un’azione disinfettante o ammorbidente.

Scopriamo qual è il migliore profumo per biancheria in lavatrice. Vediamo come usarlo e consigli per il fai da te.

Migliore profumo per biancheria in lavatrice e come usarlo

Un bucato profumato rende la vita più piacevole, specialmente se amate che i vostri abiti siano sempre puliti e impeccabili. Oltre al fatto di sentire un buon odore quando si indossano i vestiti è anche piacevole sentirlo quando si aprono cassetti e armadi.

Talvolta invece capita che i vestiti hanno un odore di umido e di stantio dovuto al fatto che la biancheria asciugano con fatica, o non è stato possibile metterli all’aria aperta. Oltre all’ammorbidente per rendere morbidi e profumati i tessuti esistono infatti dei prodotti che sono dei profumi per biancheria.

La differenza rispetto a un comune ammorbidente consiste nel fatto che hanno una profumazione molto più intensa, in grado di restare sui tessuti per settimane. Tali profumatori possono essere usati in lavatrice oppure alla fine di un lavaggio a mano. In genere sono dei prodotti concentrati in grado di dare una profumazione intensa. In commercio ne esistono di vari tipi a seconda di cosa preferiamo: dai floreali, ai fruttati, agli aromatici ecc.

Le  modalità d’uso sono molto semplici. Il profumatore va aggiunto nella vaschetta dell’ammorbidente seguendo la dose suggerita solitamente di 2 o 3 tappini, a seconda dell’intensità che si vuole ottenere.

Sono dei prodotti sicuri che non macchiano o alterano le fibre dei tessuti, ma servono a dare solamente una profumazione più intensa. L’obiettivo è quello di fare in modo che il buon profumo persista a lungo, anche a distanza di settimana.

Consigli fai da te per realizzare un profumo per la biancheria

Se amate i profumi naturali per profumare la biancheria potete realizzarlo in casa. Il risultato sarà senza dubbio delicato ma allo stesso tempo persistente. Vi diamo quindi una serie di consigli fai da te per realizzarli voi stessi.

Se siete particolarmente attenti anche alle tematiche legate al rispetto dell’ambiente tenete conto che gli ammorbidenti sono tendenzialmente inquinanti. È vero che oggi molti prodotti però sono studiati con una maggiore attenzione verso la natura.

Un modo che permette di ottenere dei risultati elevati in termini di profumazione, in maniera molto semplice, è l’utilizzo di oli essenziali. Grazie alla loro azione naturale e antisettica consentono di ridurre i cattivi odori del bucato anche se dovesse rimanere steso per giorni dentro casa.

In genere per la biancheria sono indicati quelli con estratti di fiori e foglie, a base di geranio, lavanda e melissa. A questi olii consigliamo di associare quelli estratti da cortecce e che servono per fissare il profumo come ad esempio il cedro e il sandalo. Specialmente quest’ultimo consente di rendere la fragranza più persistente.

Per quanto riguarda le dosi è preferibile aggiungere 20 gocce di olio essenziale per 50 ml di detersivo, al fine di ottenere un risultato ottimale.

Inoltre in base alle proprie esigenze si può optare per una profumazione specifica. Ad esempio, una miscela di olii essenziali di limone, eucalipto e melissa è adatta per i soggetti allergici, in quanto permette di evitare l’accumulo di acari e polvere sul bucato steso.

Se invece dovete fare la lavatrice nei giorni di pioggia e di umidità il consiglio che vi diamo è di realizzare una miscela di olio essenziale di alloro e di olio di albero del tè. Questa combinazione profumerà il bucato e soprattutto impedirà la formazione del tipico odore di muffa del bucato quando resta steso per giorni.

Si possono usare anche polveri profumanti alla camomilla o alla lavanda da mettere in un sacchettino chiuso all’interno della lavatrice. Un altro profumo fai da te si può ottenere versando in 100 ml di aceto bianco 10 gocce di olio essenziale di menta, lavanda o altri profumi di vostro gradimento. Dopo di che bisogna agitare il composto e versarlo nella vaschetta dell’ammorbidente in lavatrice.

Un’altra alternativa sempre naturale è di cospargere di olio essenziale dei vecchi scampoli di stoffa ritagliati da lenzuola e altri vecchi indumenti. Si possono usare anche delle palline di lana che hanno anche un effetto ammorbidente e vanno inseriti all’interno della lavatrice durante il lavaggio.

Lascia un commento

I migliori marchi di profumi online

phone-handsetbubble