ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per te subito il 10% di sconto sul tuo ordine!
Logo Profumeria del Corso

beauty news

Profumo per umidificatore e deumidificatore fai da te: guida e consigli pratici

Ogni ambiente della nostra casa è carico di umidità.

A variare la percentuale di questo elemento presente nell’aria che respiriamo concorrono molteplici fattori, quali: la presenza o l’assenza di piante, la stagione climatica e l'esposizione dell’ambiente rispetto all’abitazione. Per regolare l’umidità degli ambienti a volte è necessario ricorrere ad elettrodomestici come umidificatori e deumidificatori, fissi o mobili, a corrente elettrica o a batterie, che sono in grado di regolare la percentuale di umidità contenuta nell’aria.

Per dare un tocco fresco e frizzante all’aria della vostra abitazione è possibile inserire all’interno dell’umidificatore o del deumidificatore una goccia di profumo o, se preferite, di olio essenziale profumato così da impreziosire la funzione dei due elettrodomestici di note aromatiche e gradevoli.

In commercio esistono numerose fragranze tra cui è possibile scegliere, ma se volete dare sfogo alla vostra creatività, creando un aroma ricco di sentori assolutamente unici e personali, vi suggeriamo una rapida guida e alcuni consigli pratici da seguire per ottenere il vostro profumo per umidificatore e deumidificatore fai da te. Prima di vedere come realizzare il vostro profumo, vediamo quali sono le differenze tra i due strumenti, così da capire quale tipo di profumo possiamo utilizzare per ottenere il risultato migliore.

Umidificatore e deumidificatore: differenze  

Come suggeriscono i due termini, la differenza sostanziale è che:

  • l’umidificatore serve ad aumentare il tasso di umidità contenuto nell’aria;
  • il deumidificatore, esattamente al contrario, serve ad abbassare i valori di umidità presenti nell’ambiente e a bilanciare al massimo la quantità contenuta nell'aria. 

L’uso dei due strumenti varia a seconda della stagionalità: durante l’inverno, infatti, a causa dell’uso prolungato di sistemi di riscaldamento, come i termosifoni, e della necessità di mantenere chiusi gli ambienti a causa delle basse temperature, l’aria tende a seccarsi e quindi occorre utilizzare un umidificatore che possa innalzare i tassi di umidità presenti nell’aria; al contrario, durante la stagione calda accadrà molto più spesso che l’aria contenga una percentuale elevata di umidità e quindi occorrerà un deumidificatore per riportare i valori nella norma.

In commercio ne esistono di svariate tipologie, sia fissi sia mobili, sia a corrente elettrica sia senza corrente elettrica.

Nel nostro caso, vedremo come ottenere un profumo che possa essere usato per il modello di umidificatore più diffuso, quello a vaschetta, da appendere comodamente al termosifone e per il deumidificatore classico provvisto di vaschetta per raccogliere l’acqua aspirata dalla macchina.

In sintesi, pur cambiando il risultato, entrambi gli strumenti hanno in realtà la stessa funzione, quella di rendere l’aria dei nostri ambienti più salubre e, perché no, anche più profumata! Vediamo come. 

Guida e consigli pratici per il vostro profumo fai da te

Creare un fragranza fai da te per profumare gli ambienti di casa nostra è sempre un’ottima scelta, soprattutto in termini ecologici, poiché i profumi home made, sono sicuramente più ecosostenibili di quelli industriali, inoltre, a guadagnarci è anche la nostra salute, perché potremo godere di un’aria molto più sana e naturalmente profumata.

Per realizzare il vostro profumo per umidificatore e deumidificatore fai da te dovrete procurarvi i seguenti ingredienti:

  • Elementi naturali essiccati (bucce di agrumi, fiori, petali, semi, bacche odorose);
  • Oli essenziali;
  • Alcool etilico (95%);
  • Vodka;
  • Boccetta di vetro (ottimale sarebbe con il dosatore);
  • Recipiente;
  • Colino.

Come prima cosa occorre procurarsi gli elementi naturali che devono essere essiccati, quali: foglie, petali, bacche, fiori etc etc.

Normalmente potrete trovare il materiale in erboristeria oppure presso i rivenditori di prodotti naturali. Altrimenti, potete scegliere di optare per la buccia essiccata di frutti e agrumi (a seconda della stagionalità), che si prestano molto bene a questo genere di lavorazione, come: limone, lime, arancia, pompelmo, mandarino.

Mi raccomando, la polpa non serve per questa preparazione, ma solamente la buccia, che deve essere conservata in un luogo asciutto e fresco e al riparo da fonti di luce e di calore che potrebbero alterare le proprietà del prodotto e inficiare il risultato. Per far essiccare totalmente la buccia occorrono circa dai 4 ai 5 giorni, che possono variare a seconda della stagione e dello spessore della scorza.

Una volta scelto il vostro ingrediente preferito, inseritelo in un recipiente ricoprendolo di alcool etilico, che troverete facilmente in farmacia o anche al supermercato. La proporzione tra alcool ed elementi naturali che dovrete sempre tenere a mente è 1 a 9, questo vi aiuterà a dosare bene gli ingredienti. Naturalmente, per ottenere una fragranza ricca di sentori e aromi, potrete anche scegliere di miscelare insieme più elementi così da ottenere un mix di sentori assolutamente unico!

La miscela ottenuta deve riposare per almeno una settimana (fino a un massimo di cinque settimane) e di tanto in tanto dovrete smuoverla per amalgamare al meglio gli aromi.

Infine, quando il prodotto avrà raggiunto l’intensità desiderata, dovrete filtrare la miscela con un colino all’interno di una boccetta di vetro, meglio se il vetro del recipiente sia scuro, così da proteggere l’infuso dai raggi ultravioletti. A questo punto, il vostro profumo per umidificatore e deumidificatore sarà pronto.

Basterà aggiungere qualche goccia nella vaschetta appesa al termosifone oppure nel vano apposito del deumidificatore per sprigionare un intenso profumo in tutto l'ambiente!

Se invece foste alla ricerca di una profumazione più intensa e decisa, suggeriamo un consiglio pratico da seguire, dal successo assicurato.

Al posto dell’alcool etilico, potete usare la vodka naturale e senza aromi (che di solito ha una gradazione alcolica tra l’80% e il 90%) e miscelarla agli oli essenziali anziché agli ingredienti naturali. Potete scegliere tra molte fragranze disponibili in erboristeria o presso rivenditori di prodotti di cosmetica e per la cura del corpo. Dopo aver miscelato gli oli alla vodka, dosando di volta in volta le quantità per ottenere la gradazione preferita, vi basterà allungare la miscela con circa 200-300 ml di acqua. Agitate bene la bottiglia, lasciate riposare qualche ora e l’acqua per umidificatore e deumidificatore è pronta!

Questo metodo è sicuramente più veloce e pratico rispetto al primo, scegliete voi quello che preferite in base al vostro gusto e alle vostre necessità. Sappiate però che in entrambi i casi, il risultato è garantito: avrete un ambiente sano, pulito e profumatissimo!

Lascia un commento

I migliori marchi di profumi online

phone-handsetbubble